vai al contenuto. vai al menu principale.

Storia

Pontboset, come gli altri insediamenti di questa vallata, appartenne dal secolo XI ai signori di Bard. Passò successivamente in parte al dominio diretto dei Savoia ed in parte ai signori di Pont - Saint - Martin. Nel 1600, in località Fabrique sorse un'importante fonderia chiamata "fabbrica dei chiodi" appartenente al conte Nicole di Bard. Nel 1682 Pontboset fu infeudato, insieme a Champorcher, ai nobili Freydoz. Nel corso del XVII secolo vennero costruiti alcuni caratteristici ponti in pietra, tuttora praticabili, e la chiesa parrocchiale dedicata a San Grato (1624). Sino a tempi recenti, l'attività principale della popolazione consisteva essenzialmente nella coltivazione di numerosi terrazzamenti e nella conduzione degli alpeggi. All'ingresso del paese si trova la cappella del Gom (1727) con all'interno numerosi fregi e decorazioni.